Amici - Associati

logoblu

 

“AMICI DEL SACRO CUORE” o “ASSOCIATI/E”

 

 

“AMICI DEL SACRO CUORE” o “ASSOCIATI/E ”

 

CHI SONO?

“Gli Associati/e della Società del Sacro Cuore sono uomini e donne che desiderano approfondire la loro consacrazione battesimale e sono attratti dal carisma e dalla spiritualità della Società del S. Cuore.  Fanno parte della Famiglia del Sacro Cuore”

È una risposta al bisogno dei laici e delle Religiose di un sostegno reciproco per “l’arricchimento della nostra spiritualità e della nostra missione nel mondo”

 

Gli “Amici del Sacro Cuore” sono un progetto segnato da uno spirito di collaborazione tra le Religiose e gli Associati

 

Insieme, religiose e laici, vogliamo vivere, nel 21° secolo, il carisma, la missione e la spiritualità della Fondatrice: S. Maddalena Sofia Barat.

 

  • Cosa vogliono?  Seguire Gesù Cristo nella Chiesa vivendo il carisma, la missione e la spiritualità della Società del S. Cuore 
  • Con quale “missione”?   Testimoniare l’Amore del Cuore di Cristo
  • Dove? Nella propria realtà quotidiana: famiglia, lavoro, svago, amicizie, parrocchia….

 

A CHE COSA SI IMPEGNANO?

-          Ad approfondire la loro fede, nell’incontro personale con   

-          Gesù Cristo

-          A degli incontri formativi come gruppo degli “Amici del

-          Sacro Cuore”

-          A mantenere i contatti con la Comunità delle Rscj più vicina 

-          Ad essere “portatori laicali” del Carisma, della missione e della spiritualità della Società del Sacro Cuore in collaborazione con le Religiose del Sacro Cuore

 

 

OBIETTIVI DEGLI AMICI DEL SACRO CUORE

 

  • Camminare insieme per “esplorare nuovi cammini” per vivere la spiritualità del Cuore di Gesù
  • Condividere una comune missione: “Scoprire e Manifestare l’Amore del Cuore di Gesù”
  • favorire la condivisione e l’approfondimento della fede e della preghiera all’interno del gruppo
  • Promuovere un atteggiamento di Riconciliazione, di Misericordia in questo mondo diviso e superficiale
  • Costruire la comunione nelle relazioni personali, familiari, di lavoro….
  • Essere sensibili ai bisogni dei poveri con un impegno di concreta solidarietà

 

CAMMINO PER FAR PARTE DEL GRUPPO DEGLI “AMICI  DEL S. CUORE”

 

   1 – Essere interessati a questa proposta. Crederci

   2 – Seguire un cammino di preparazione all’interno del gruppo

   3.-  impegnarsi a vivere gli Obiettivi degli “Amici/Associati"

   4 – Nel giorno della Solennità del S. Cuore, con l’atto di   

         consacrazione personale, si assumono l’impegno proprio degli

                                            

                                                              “Amici del Sacro Cuore”.

 

Avigliana, Marzo 2016

 

                                                            Anna Maria Giorda, rscj

                                                           e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

3 .Tappa del

 

"Il cammino di vita di M. Sofia e il nostro "

 

 La spiritualità del cuore  (Aprile – Maggio)

 

logogeograf

 

   vedi la proposta della Terza Tappa nella pagina della sezione  Ex alunni

     

  Buon proseguimento del cammino....

verso  il Convegno a Roma- Villa Lante

22-24 maggio 2015

 

 

 

Celebriamo il  150° anniversario

della morte di

Santa Maddalena Sofia Barat

 

1865- 2015

 

Il cammino di vita di M. Sofia e il nostro 

 

2. Tappa: La fecondità   (Febbraio- Marzo)

 

Da Parigi al mondo

I primi passi:

  • La sete di Dio e il desiderio del Carmelo: M. Sofia attende, ma al tempo stesso si prepara attivamente
  • L’ascolto del “desiderio di Dio” su di lei: M. Sofia impara a cogliere ed accogliere le “mediazioni”, discernere, ri-orientare la sua vita
  • Dall’adorazione all’educazione di adoratrici: la grande svolta della sua vita nell’ascolto della voce di Dio e del desiderio ardente del suo cuore di sposa/consacrata – è così che è nata la Società del Sacro Cuore e la sua opera educativa!

Il lungo cammino:

21 novembre 1800: inizio di un pellegrinaggio apostolico fino agli estremi confini del mondo

  • la prima piccola comunità: fra privazioni, gioie, speranze e paure: la roccia dell’amore fraterno
  • La fecondità religiosa e apostolica: il fiorire delle vocazioni e delle case
  • Filippina: fino agli estremi confini del mondo … non può andare personalmente: getta il suo cuore oltre l’oceano
  • Le espulsioni dei religiosi, le chiusure di case e le nuove aperture: come per la Chiesa delle origini … senza ripiegarsi su quanto si perde, aprire il cuore alla novità della chiamata
  • Le crisi e la grande crisi del 1839: il rifugio nel silenzio umile e nella forza della preghiera – portare la croce: quella del cuore … ferita nel più profondo … sprofondata nel Cuore Aperto, sostenuta dalla Madre dei dolori
  • Il consolidarsi della Società –  e M. Sofia verso la meta “…domani andiamo in cielo!” Parigi, 25 maggio 1865!

La gloria del Cuore di Gesù

  • Lo scopo finale e il motore potente di tutto nella sua vita: azione – silenzio – contemplazione – relazioni – governo
  • Non basta il dono di sé, sia pure totale: l’orazione, l’adorazione
  • Educare per espandere la gloria del Cuore di Gesù
  • Fino agli estremi confini del mondo: la missione e le missioni
  • La comunità e le relazioni fraterne: splendore dell’Amore “incarnato”
  • Le amicizie: occasioni e mezzi per crescere insieme
  • Il governo … al femminile: guidando con la tenerezza e la forza del Cuore di Gesù
  •       Quella decisione costosa, ma così colma di futuro: rinunciare alla sua scelta per abbracciare e impegnarsi totalmente in una nuova proposta: 21 novembre 1800! - 65 anni di impegno apostolico con fasi alterne – Le gioie austere degli inizi con le prime consorelle con cui condividere tutto … le preoccupazioni assillanti, ogni giorno più numerose, di una Congregazione che si espande rapidamente in un contesto ancora ricco di contraddizioni e di sconvolgimenti – i “soggetti” e i “soldi” che sempre mancano! – e poi le divisioni, le ribellioni. Cerco di leggere e “sentire” tutti questi avvenimenti con la sensibilità e il cuore di M. Sofia – Cosa prova? Come reagisce? Come tutto questo si riflette nel suo rapporto con Gesù? Come si manifesta nelle sue relazioni con le singole sorelle, con le comunità, con le “persone del mondo” (bambine, ex, sacerdoti, …) – Cerco di penetrare il suo “silenzio”, quel nascondersi in Dio, dove trova forza e pace per andare avanti …
  •          Vado in “direzione spirituale” da M. Sofia: le apro il mio cuore, le racconto la mia vita, lo scorrere degli anni e degli eventi – il variare (in meglio o in peggio) del mio modo di vivere il quotidiano, gli eventi lieti o le situazioni difficili. Le racconto le gioie e le preoccupazioni che ho vissuto e che vivo oggi – Le parlo dei miei silenzi – Le prometto … le chiedo … l’interrogo … Ascolto quanto mi suggerisce…
  •          Lasciandomi sostenere da Santa M. Sofia, guardo la mia vita di cristiano/a che è venuto/a a contatto con il suo carisma : come è andata crescendo in me la comprensione del carisma? Come e in che misura ho cercato la gloria del Cuore di Gesù … o le mie piccole “gloriole” e vanaglorie? Ricordo e ripresento a Lui i momenti più belli e quelli più neri della mia vita con Lui … Lo ringrazio di tutto quanto mi ha dato e fatto capire nel corso degli anni!
  -  puoi rileggere alla Voce CHI SIAMO , sezione Carisma e  spiritualità l'articolo:
                                                        "Il Cuore di Cristo nella spiritualità di Santa Maddalena Sofia "
 
 -  cfr. articolo in pdf di J. de Charry rscj su:   M. Sofia Mistica ed educatrice  in pagina Ex alunni
 

Buon proseguimento....

 

Celebriamo il  150° anniversario

della morte di

Santa Maddalena Sofia Barat

 

1865- 2015

 

(Cammino proposto a tutti i laici della nostra famiglia del Sacro Cuore: ex alunne/i, associati,amici di Sorella Josefa, collaboratori vari e dipendenti, giovani)

 

Proposta di un cammino personale da condividere, se si vuole, nel gruppo di appartenenza e da portare poi in sintesi come riflessione ed esperienza di gruppo alla Tavola rotonda del Convegno conclusivo delle celebrazioni, in maggio, a Roma.

Chi vuole, può comunicare, di tanto in tanto, almeno le prime “scoperte” o “riscoperte” più interessanti sulla Santa Madre alle religiose che conosce per condividerle con gli altri su questo sito.

Percorso:

     *     Scelgo una vita della Santa Madre e la vado leggendo “con gusto” nei tre 

        passi della proposta,

     *   Interiorizzo il suo cammino umano, religioso, spirituale, mistico,… ringrazio

         il Cuore di Gesù di questo suo dono al mondo, alla Chiesa, a me,

      *  Leggo in parallelo, con altrettanto “gusto” la mia vita fino ad oggi. È una vita

        nello stesso solco, con la stessa chiamata a scoprire l’amore di Dio e a rivelarlo agli 

       altri.

    *   Ascolto che cosa ha da dirmi Maddalena Sofia,

       *  Mi impegno, guardando al cammino che ancora mi sta davanti, puntando

        all’incontro con Cristo.

     

Alla fine di ogni tappa o alla fine delle tre tappe, i grupppi possono gfare un incontro di condivisione del percorso personale, in preparazione al Convegno finale a Roma per il 150° anniversario della morte di M. Sofia Barat.

 

Nota:  per la bibliografia Ccnsulta la sezione Bibliografia italiana nella pagina "Sofia".

I libri non sono più tutti in vendita; questi sotto indicati si possono chiedere, in un certo numero, con offerta libera e rimborso spese spedizione, chiedendoli a Roma Villa Lante, Via San Francesco di Sales 18, tel. 06.68806032 ricolgendosi a sr. M.Aluffi rscj.

*  Cristina Siccardi - TUTTO IL MONDO IN UN SOLO CUORE, Maddalena Sofia Barat

      -  Ed.  San Paolo 2009

M.Th. Virnot, rscj  (Traduzione dal Francese) - IL CARISMA DI SANTA MADDALENA SOFIA

     - 1981  

 gli altri si possono consultare nelle comunità rscj più vicine.                          

 

Il cammino di vita di M. Sofia e il nostro 

1. Tappa:  Gli inizi  (Dicembre- Gennaio)  

 

Da Joigny a Parigi

Il tempo della formazione

  • La formazione intellettuale sotto la guida del fratello: il gusto del conoscere
  • La formazione del carattere: nella rinuncia ai giochi, ai desideri e alle legittime soddisfazioni per il dovere e la ricerca del bene.
  • La formazione dell’affettività: relazioni familiari – da “la piccola” a “sostegno morale” della mamma, sentimenti di “angoscia” per il grave pericolo in cui versa il fratello e “superamento del distacco”, soprattutto dalla mamma, per seguire la chiamata.

Il Cuore di Gesù batte alla porta

La formazione spirituale, del cuore: dal rigore del giansenismo al dono di sé affettivo ed effettivo insieme – dalla rigidità di una religione basata sulla spogliazione, la ricerca dell’umiliazione e la sottomissione assoluta alla guida alla scoperta del Dio – Amore - Incarnato; dalla devozione sentimentale - alla spiritualità unificante di tutta la persona: gusti, desideri, intelligenza, volontà, cuore, scelte, azioni …

  • Assaporo gli inizi di M. Sofia, ricerco e richiamo alla memoria –o vado a rileggere- la sua vita in questi primi più o meno 20 anni. Non solo ricordo, ma assaporo, cogliendone il gusto profondo … Quali aspetti mi colpiscono di più? In quali momenti o elementi del suo cammino rivedo qualcosa del mio? Guardo la sua famiglia, il suo ambiente, gli usi del suo tempo … Sofia la “couturière”… 
 
  •  Lasciandomi prendere per mano da M. Sofia, ora assaporo, accolgo, gusto, do senso e valore alla mia storia, alla mia formazione: della testa, del carattere, del cuore, del mio modo di vedere e affrontare la vita, dei miei comportamenti quotidiani: Cosa ha contribuito (in positivo e in negativo) alla mia formazione, alla mia crescita, nella mia vita in famiglia, nel mio ambiente di lavoro, di amicizie e anche oggi cosa mi fa crescere? ….. perché la formazione è continua, non finisce mai 

 

  • .Quando e come il Cuore di Gesù ha bussato alla mia porta e l’ho veramente incontrato? Che cosa ha significato per me? E poi, come è andato crescendo il mio rapporto con Lui? Quale aspetto prevale nella mia vita con Lui:la devozione, il culto, la spiritualità e l’interiorità …?

 

Buon cammino....

Meditazione  sulla  Consacrazione

al  Cuore  di  Gesù

 

Tra gli Associati di Palermo

(nata  durante  l’adorazione  settimanale  davanti al  SS.  Esposto)

 

 

ostensorio 2

 

“Questo  è  il  mio  tempo!  Questo  è  soprattutto  il  tuo  tempo  e  quello  di  ogni  anima  che  vuole  consacrarsi  al  mio  Cuore!    Dono  di  salvezza  eterna!  Infinita  Misericordia  di  Dio  Padre  per  i  suoi  figli.  Parola  estrema  ai  tribolati! Luce  per  i  non  convertiti.  Consolazione  per  i  sofferenti.  Culla  dei  sentimenti  più  nascosti.

  Coperta  per  i  fedeli  nella  prova.  Attrazione  di  Dio  per  gli  sbandati.  Fonte  di  conoscenza  di  Me  e  del  Padre  in  Me.  Trasporto  per  il  Cielo.  Vs  e  mio  sangue.  Vs  e  mia  acqua  mescolati,  spariti  l’uno  nell’altra,  nella  grande  mensa.  Soffio  della  Trinità  in  voi.  Ancora  Misericordia.  O  piccolo  uomo  tanto  fortunato  da  essere  la  Gloria  di  Dio.   Sua  immagine,  quando  scopri  la  grandezza  di  chi  ti  ha  creato  e  ti  ha  voluto  per  sempre,  avvinto  a  Lui  con  un  gemito  eterno  che  ti  solleva  in  alto,  nella  sede  dell’Onnipotenza!  Se  vuoi,  piccolo  uomo,  puoi  gustare  un  attimo  di  un  attimo  del  paradiso,  un  secondo  di  un  secondo  dell’inconoscibile!  Se  vuoi  continuare  a  stupirti  delle  meraviglie  che  non  sai  spiegare,  della  brezza  carezzevole  che  ti  avvolge  e  ti  sospende  in  una  vertigine  dell’anima  e  del  corpo!  Se  vuoi, o  piccolo  uomo,  puoi  riacquistare  la  vista  e  l’udito  e  vedere  il  Cuore  di  Dio  grondare  sangue  per  te  e  dai  suoi  occhi,  lacrime  di  amore  per  te  come  perle  lucenti,  piccoli  diamanti  che  formano  la  croce!  Se  vuoi  puoi  sperimentare  il  suo  richiamo  da  un’Ostia  che  fu  uomo,  sangue  e  carne.  E  lì  fermati  o  uomo.  E  ,nel  silenzio,  piega  le  ginocchia  e  loda.  Sentirai  solo  il  canto  degli  Angeli  e  non  è  musica.  E’  essenza  di  Dio.  E  nel  silenzio  si  staccherà  da  quell’Ostia  e   non  sarai  più  piccolo  uomo,  ma  scintilla  divina.  Tutto  si  ferma. I  sensi,  l’intelletto  e  la  volontà.  E’  solo  estasi.  Solo  puro,  maestoso  godimento.  Esperienza  del  trascendente,  dell’inspiegabile.  Tutto  questo,  o  uomo,  quando  scivolando  dolcemente  nell’abbandono  filiale,  pronuncerai  il  tuo  SI!  Unica  porta,  segno  della  tua  libertà  e  dignità.  Impressa  in  te  dal  Tuo  Creatore!

“Ho  trovato  nell’esperienza  di  una  convertita,  sposata  e  madre,  il  sogno  della  mia  Consacrazione.  Dice  Adrienne  von  Speyr: << Quando  Giovanni,  nell’Ultima  Cena,  appoggia  la  testa  sul  petto  di  Gesù,  egli   si sente , col  proprio  amore  umano, innalzato  fino  all’amore  di  Dio.  …Con  questa  elevazione , l’amore  per  tutti  gli  uomini  diventa  possibile.  La  relazione personale,  intima,  prepara  a  tutti  una  specie  di  festa  dell’amore.  Che  dicano : No,  che  siano  tiepidi  o  esitanti,  tutti  sono  coinvolti.  Appoggiando  il  capo  sul  petto  di  Gesù,  Giovanni  confessa    al  Signore  che  vuole  aiutarlo  ad  elevare  all’amore  divino  tutti  gli  uomini,  anche  i  più  tiepidi,  anche  i  più  lontani.

Nel  momento  stesso  in  cui  non  dubita  di  essere amato  come  un  amico,  di  avere,  vicino  al  Signore  un  posto  di  elezione,  Giovanni  sa  che  gli  altri  sono  compresi  in  questo  amore   e  che  la  sua  missione    è  portare  questa  ansia.  Egli  è  stupito  dell’amore  di  Gesù  che  gli  concede ,  stando  così  vicino    a  Lui , di  portare  gli  altri”

  Queste  parole  esprimono  il  mio  sogno  della  Consacrazione  all’amore.

Notizie da “Amici del Sacro Cuore”  di Avigliana

AMICI “ASSOCIATI” DIAMOCI DA FARE!

Lago Avigliana

Sembra essere questa la parola d’ordine che ha messo in moto il nostro sempre più numeroso gruppo di Amici del Sacro Cuore durante quest’anno sociale.

L’idea, come sempre, è venuta da loro:  cioè  che cosa possiamo fare?

A novembre qualcuno lancia l’idea di un mercatino di Natale e si inizia a portare oggetti. Ma poco a poco dal “mercatino” si passa alla più semplice “Pesca”.  Uno degli Associati, Antonio, si sta occupando di costruire un villaggio per bambini orfani in Burundi. Decidiamo di dare il ricavato per questa  iniziativa. Adelaide, pittrice, fa un bel cartellone. Chi ha oggetti da portare li porta o li cerca dai vicini. Qualcuno va “per negozi” per chiedere oggetti in regalo. Ada e Paola fanno degli angioletti segnaposti. Altri si occupano di esporre, numerati, tutti gli oggetti ricevuti, pronti per la pesca”. Adelaide, pittrice, fa un bel cartellone per invitare la gente e per motivarla. A turno, signore e signori, si alternano, nelle due domeniche di Avvento e poi prima e dopo la Messa di Mezzanotte, nella “sala-pesca” per consegnare gli oggetti “pescati”. Risultato: un bel gruzzoletto, che è stato consegnato ad Antonio per il villaggio da ultimare e per procurare del riso per la fame dei bambini.

Ma la storia non finisce qui. Il buon risultato ci ha stimolato.

Abbiamo saputo dal nostro nuovo Parroco che la caldaia dell’oratorio ha bisogno di essere cambiata. Allora ci si è chiesti: “Perché non facciamo un’altra “pesca”, questa volta in Parrocchia, il cui ricavato andrà per le spese della nuova caldaia?” La proposta è stata presentata al Parroco che l’ha accolta con gratitudine e poi spiegata al Consiglio Parrocchiale. Così la “Pesca bis si farà sia nella domenica delle Palme che nel giorno di Pasqua, giorni in cui …. attorno alla chiesa c’è molto più movimento!...
Riusciremo a farcela? La buona volontà c’è tutta. I nostri Angeli Custodi ci daranno una mano e noi avremo la gioia di aver contribuito a qualcosa di utile.

Coraggio “Amici” L’unione fa la forza. Senza di voi noi, la Comunità di Villa S. Tommaso,   non avremmo potuto fare nulla. Con voi forse altre attività ci aspettano. Insieme possiamo manifestare l’Amore del Cuore di Cristo..

                                                                Anna Maria Giorda  rscj
                                                    e  gli “Amici del Sacro Cuore”

 

Altri articoli...

  1. Associati di Palermo

Informazioni aggiuntive