“Le religioni insieme per la pace

 

Le religioni insieme per la pace” è stato l’evento che, martedì 15 dicembre, a distanza di un mese circa dalla strage di Parigi, ha unito, a Palermo, Cristiani di ogni confessione, musulmani, ebrei e buddisti insieme per denunciare l’urgenza della pace del mondo di oggi e per testimoniarne l’impegno.
Primi promotori dell’iniziativa, l’Istituto Pedro Arrupe, scuola di formazione socio politica sorta ad opera dei Gesuiti e l’U.P.E.D.I., ( Ufficio per l’Ecumenismo e il dialogo interreligioso) che hanno coinvolto quasi tutte le Chiese cristiane presenti a Palermo, le Comunità islamiche, ebraiche, buddiste e numerosi organismi e movimenti presenti in città, ad una preghiera comune che, partendo dai valori di pace, rispetto della vita e tolleranza presenti nelle diverse religioni, propone un’esperienza di umanità fraterna che valorizza ciò che ci unisce e ci rende uguali come persone.marcia della pace
 La manifestazione iniziata con una marcia silenziosa ed illuminata da candele, simbolo di un impegno di pace, da piazza Bologni  alle ore 17,30 fino a Palazzo delle Aquile, sede del Municipio e simbolo della città umana e civile che ogni religione cerca di costruire.
 
 Interventi per la pace
 
 
 
 
    Insieme circa 500 palermitani,  immigrati africani, tamil, qualche cinese, parecchi islamici, esponenti politici e di associazioni, religiose e religiosi, in mezzo ai quali  anche il sindaco LeoLuca Orlando, il nuovo vescovo, Corrado Lorefice, Don Enzo Marchese OFM, vicario episcopale per i religiosi, e Biagio Conte, il missionario, simbolo in Sicilia, ormai da anni, dell’attenzione e della condivisione con i barboni, gli emarginati, i poveri. Siamo tanti e non mancano parecchie carrozzelle con sorelle e fratelli disabili.
 
 disabili alla marcia
 Gli interventi dei vari rappresentanti delle religioni su brani tratti dai libri sacri o da testi significativi delle diverse tradizioni ispirati a valori comuni, quali la sacralità della vita, la pace e la tolleranza sono risuonati davanti al Municipio, simbolo di tutta la cittadinanza, creando un clima di umana fraternità. 
 Gli ultimi interventi sono stati quelli del Vescovo cattolico Don Corrado che mette l’accento sul perdono senza il quale non ci può essere pacee conclude con la preghiera di San Francesco, Fammi strumento della tua pace, e a seguire quello conclusivo del sindaco Leoluca che manifesta con forza l’auspicio che Palermo diventi davvero la casa comune.
 Gli interventi sono stati intervallati da canti delle diverse tradizioni e multietnici e da una corale di bambini. Alla fine dell’incontro la benedizione dei pani da parte dei vari rappresentanti di religione e Chiese e la condivisione con i vicini del pezzo di pane vuole significare l’impegno concreto che ognuno vuole prendere per costruire una città di pace.
 
 
 bendizione dle panesindaco rabbinopastore e vescovo
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
ADERENTI ALLA MARCIA PER LA PACE
 

Centro Educativo Ignaziano (C.E.I.); Associazione ex alunni Gonzaga; Centro Astalli Palermo; Centro salesiano Santa Chiara; Gesuiti di Casa Professa; Gruppo Ali d'aquila; Associazione Lievito Onlus; Chiesa Valdese Metodista di Via Spezio e Metodista Valdese della Noce; Centro Diaconale La Noce - Istituto Valdese; Comunità Evangelica del Ghana; Chiesa Anglicana; Chiesa Cristiana Avventista del Settimo giorno; Chiesa Evangelica della Riconciliazione di Palermo; Comunità ebraica di Palermo; Caritas Diocesana Palermo; CO.RE.IS (Comunità Religiosa Islamica) di Palermo; Comunità della Moschea Islamica di Tunisi; Centro Culturale Islamico del Bangladesh;Comunità di Vita Cristiana (CVX); Comunità di San Saverio; Comunità islamica di Villabate; Comunità Palestinesi in Italia; Comunità Sant’Egidio; Suore di Maria Bambina; Cattedrale di Palermo; Movimento Presenza del Vangelo; Comunità tamil induista Palermo Mutthu Vinayagar; Facoltà Teologica - Centro Studi per il dialogo con l’Islam; Centro Buddista Tibetano Muny Gyana; Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai di Palermo; Laici Missionari Comboniani Palermo; Missione Speranza e Carità; Movimento dei Focolari – Dialogo interreligioso; Comunità Emmaus; Movimento Internazionale della Riconciliazione; Ordine Francescano Secolare di Sicilia; Oasi Verde; Parrocchia dei SS. Pietro e Paolo; Parrocchia di Sant’Espedito Palermo; Parrocchia San Nicolò all’Albergheria; Istituto Don Calabria; Patriarcato Ortodosso di Romania; Pellegrino della Terra; Presidenza della Consulta delle culture; Religiose del Sacro Cuore; Suore della Carità di Santa Giovanna Antida de Thouret;  S.A.E. (Segretariato Attività Ecumeniche); Istituto di Formazione Politica “Pedro Arrupe” – Centro Studi Sociali; U.P.E.D.I.   (Ufficio per l’Ecumenismo e il Dialogo Interreligioso della Diocesi di Palermo).

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Informazioni aggiuntive