Comunità

Sulle orme di Filippina Duchesne verso nuove frontiere

 

Napoli5Alla fine di novembre 2017 il Sacro cuore di Napoli ha visto incontrarsi un folto gruppo di amici (Ex alunne, Associate, Amici della Parrocchia etc...)

Scopo dell’incontro era quello di fare la conoscenza con una grande santa pioniera nel Nuovo Mondo nel lontano 1818, amatissima in America, ma quasi sconosciuta da noi. Napoli2

L’incontro si è svolto in un clima di fraternità. Alcune Ex alla fine hanno esclamato “ma come mai non l’abbiamo conosciuta! Vogliamo approfondire la sua conoscenza”.

Ed ecco alcune testimonianze che meglio ci rappresentano la spiritualità di Filippina:Napoli1

 “Ho ringraziato Filippina che ci ha dato l’occasione di incontrarci tra di noi, di accogliere membri della grande famiglia del Sacro Cuore e della Parrocchia per condividere la ricchezza della nostra eredità spirituale e far scoprire sempre più il Suo Cuore.”

Ancora grazie, Maria Teresa

 

 

L'incontro sulla nostra Santa Filippina mi ha fatto riflettere e richiamata "all'essenziale" della nostra vita religiosa. Quante frustrazioni nella sua storia, ma attraverso le "frontiere" della sua vita ha raggiunto in pienezza "l'obbiettivo" la Gloria di Dio.

     Mi piace riportare la frase di una catechista presente all'incontro "conoscere questa Santa è stata per me una grazia perché mi ha fatto capire che le incomprensioni e frustrazioni nella mia vita accettate e mirando al Suo Cuore mi fanno vivere da cristiana". Ci sarebbero tante altre buone testimonianze.......Un grazie alle mie consorelle che per preparare l'incontro aperto hanno svolto il loro servizio in piena collaborazione nella gioia di trasmettere quanto riceviamo attraverso la vita della nostra Santa Filippina.                    SilvanaNapoli6

 

E ancora Rosa scrive:

“La festa di Santa Filippina è stata un tuffo di fede della nostra spiritualità; e la sua Santità ci porta ad un’immersione nell’essenzialità del vivere quotidiano”

 

 

 

 

 

Padova1

 

 

Il 12 dicembre a Padova in una bellissima celebrazione Eucaristica con la presenza di un grandissimo numero di Universitarie oltre a numerose Ex Alunne e amici vari abbiamo presentato con un Power Point inserito nella liturgia, la figura e la vita di Filippina Duchesne. Eseguita un’agape fraterna.

Una gradita sorpresa
per Pasquetta

 

    Il giorno di Pasquetta, il 17 aprile di quest’anno 2017 , una piacevole sorpresa ha allietato la nostra comunità del Buon Pastore a Palermo : 

Madre Ausiliala visita della presidente regionale Usmi , Madre Ausilia Maniscalco, delle Suore Cappucccine dell'Immacolata di Lourdes, con un bel gruppo di sue consorelle per un momento di fraternità e merenda .

Un invito discreto ma affettuoso era partito da sr. Nilla Tomasello , quando l’aveva incontrata, al momento degli auguri pasquali dei consacrati all’Arcivescovo Corrado, ma nessuno pensava che avesse accolto questo invito subito, dopo una settimana…!

Sabato Santo, infatti, sr. Ausilia mi ha raggiunto al cellulare e mi ha chiesto: “ Possiamo venire alle 16.00 a fare merenda con le tue suore, lunedì prossimo? ” Piacevolmente sorpresa rispondo subito: “Grazie ! solo domando se non hanno già altri impegni con le suore del Buon Pastore, visto che ora che abitano insieme spesso hanno iniziative comuni? Ti darò conferma in giornata”.  Telefono subito a sr. Giovannella che accoglie con gioia la notizia e mi conferma di essere tutte disponibili per le 16.30.Giovannella

E .. così lunedì di Pasquetta abbiamo passato un piacevole momento di fraternità con loro che generosamente avevano portato a ciascuna anche un bella colombina e cioccolatini.colombina

   Sr. Giovannella con spontaneità e ispirazione… chiede ad un tratto a Sr. Ausilia notizie sul nuovo documento Per vino nuovo otri nuovi . Dal concilio Vaticano II la vita consacrata e le sfide ancora aperte” Linee Orientative della Congregazione per la Vita Consacrata e le Società di Vita Apostolica.

 “Uh .........come siete aggiornate …!  commenta sr.Ausilia.

   E con magistrale sapienza ci illustra i punti cardini del documento sull’Autorità, sulla formazione continua e sull’economato, arricchendo l’incontro con una bella relazione improvvisata ma chiara su questo documento.

  “E sarà utile anche per loro,... dice sr. Ausilia indicando le sue consorelle, che non conoscono ancora il recente documento.”

    Tutte pendiamo dalle sue labbra…, in ammirazione, non solo della sua dolce, fraterna e materna insieme delicatezza della visita, ma anche della sua capacità di comunicazione, di improvvisazione di sintesi semplice , chiara e profonda insieme.
   Comprendiamo che Le linee orientative’ è un documento importante e autorevole perché sono le ultime Direttive del Dicastero per la vita consacrata. Il documento è il risultato della riflessione avvenuta nella Plenaria del 2014 della Congregazione e del dibattito nato nei vari eventi organizzati nell’ambito dell’Anno della Vita Consacrata.
   La Plenaria della Congregazione ha voluto cercare di ascoltare e capire quali cambiamenti la società chiede alla Vita consacrata: … se siamo davanti a una resistenza che non vuole bere il vino nuovo e non vuole nessun cambiamento, oppure se continuiamo a voler mettere vino nuovo in otri vecchi?
     Riconoscendo i grandi sforzi fatti dalla Vita consacrata dopo il Concilio Vaticano II per accogliere i cambiamenti, il Magistero avverte ora l’esigenza di un nuovo e serio discernimento sul nostro stile di situarci nella Chiesa e nel mondo e ci chiede, con decisione ed una certa urgenza, “se vogliamo parlare ai nostri contemporanei”, alla luce della spinte di Papa Francesco a una riforma continua della Chiesa, e in che direzione vogliamo camminare… 
    Dopo la presentazione di questo documento segue un  piccolo 'tirage'  di brevi frasi su dove trovare la presenza del Risorto..... nella nostra vita,  che stabilisce tra noi un ilare e simpatico gemellaggio …a due o a tre, e segue  infine una gustosa merenda che conclude il nostro incontro.
 tirage 1

     Una Pasquetta quindi per noi tutte all’insegna della fraternità e semplicità francescana, ma anche all’insegna di un confronto serio con le esigenze del mondo di oggi e le sue attese nei confronti di una vita consacrata autentica e veramente evangelica, come sognaPapa Francesco e forse alcuni di noi consacrati… per testimoniare con gioia il Cristo Risorto!

                                                                                                                                   Sr. Antonella Orlando rscj   

Milano. Lo stile tutoriale nelle scuole ignaziane

 

xsistematico-2017 copOK.jpg.pagespeed.ic.dzARNmvYpP

 

Lo stile tutoriale suona come una caratteristica essenziale dell’impegno di una scuola ignaziana. Di recente sono state elaborate e presentate nelle scuole della Fondazione Gesuiti Educazione alcune linee che tratteggiano la figura del tutor. L’esigenza di formazione per tale ruolo ha trovato una risposta nel seminario residenziale, che ha visto riuniti a Milano dal 15 – 18 febbraio 26 docenti provenienti da sei scuole gesuite italiane sotto la conduzione dell’équipe del Cefaegi ……Lo stile tutoriale suona come una caratteristica essenziale dell’impegno di una scuola ignaziana. Di recente sono state elaborate e presentate nelle scuole della Fondazione Gesuiti Educazione alcune linee che tratteggiano la figura del tutor. L’esigenza di formazione per tale ruolo ha trovato una risposta nel seminario residenziale, che ha visto riuniti a Milano dal 15-18 febbraio 26 docenti provenienti da sei scuole gesuite italiane sotto la conduzione dell’équipe del Cefaegi.

 

 

 

Sorella Luciana Lussiatti mi ha fatto pervenire un articolo interessantissimo che potrete leggere per intero al seguente link  : http://educazione.gesuiti.it/2017/02/23/milano/

… ancora un Battesimo!

 

S.E. Monsignor Lucio Lemmo visita Casa Sofia

Nel giorno di Santo Stefano, S.E. battezza la piccola Emanuelle

 

IMG 7861 CR2Il giorno di Santo Stefano è stato davvero speciale per la Casa Sofia: la Celebrazione Eucaristica è stata presieduta da S. Em.za Mons. Lucio Lemmo, Vescovo Ausiliare di Napoli, il quale, nella Cappella delle Sorelle del Sacro Cuore in Napoli ha battezzato la piccola Emanuelle.

La funzione si è svolta con la partecipazione delle Sorelle del Sacro Cuore: Suor Silvana, Suor Erminia, Suor Antonella, Suor Rosa e del Presidente di Mediterraneo Sociale: Salvatore Esposito, di tutte le Ospiti e lo Staff di Casa Sofia.IMG 7931 CR2

Emanuelle viene dal Camerun, ha viaggiato, neonata, tra le braccia della mamma Elisabeth su di un barcone della speranza per poi giungere qui in Italia.

È stata la prima bimba ad approdare a Casa Sofia dove ha portato luce e tenerezza in ogni suo piccolo gesto.

Elisabeth ha affidato, da subito, la sua piccola al Sacro Cuore perché l’aiutasse a vivere nella salute e nella pace. Ciò non è sfuggito a Monsignor Lemmo che durante la funzione ha ricordato, commosso, questo particolare che gli era stato riferito.

“Il mondo ha sete di valori. Ha sete di riscoprire Dio”, così Monsignor Lemmo, durante la funzione, ha ricordato a noi tutti di come sia importante il Battesimo che ci rinnova nel corpo e nello spirito.

S.E. ha anche lodato e ricordato l’importanza dell’accoglienza, opera quotidiana svolta a Casa Sofia dalle Sorelle del Sacro Cuore con l’ausilio dell’Associazione Il Pioppo. “Dare da bere agli assetati, accogliere i rifugiati, …, ci ricorda Monsignor Lemmo, compito delicato e impegnativo, può essere salvezza per questa nostra società disorientata”.

Con la celebrazione del Battesimo il male da cui siamo circondati non può prendere il sopravvento. Con esso Gesù entra ufficialmente nelle nostre vite per sostenerci nelle difficoltà, finanche nelle cadute, perché Dio resterà sempre in noi.

IMG 7936 CR2

Ed è così: con Emanuelle e il suo battesimo, Dio è sempre più in mezzo a noi.

                                                                     Lucia Fiorentino

Informazioni aggiuntive